Sibari

  • Categoria: Destinations

SibariFrazione del comune di Cassano allo Ionio, ubicata a ridosso delle distese spiagge bianche della Costa degli Achei, Sibari è una rinomata località balneare della costa ionica calabrese.

Il centro si è sviluppato nel corso degli anni Sessanta dopo i lavori di bonifica della paludosa Piana di Sibari, che resero coltivabili i campi della più grande pianura della Calabria, e diedero alla luce una tra le più vaste aree archeologiche d'Italia. L'attuale Sibari, che sorge pochi km più a sud della foce del torrente Raganello, è l'erede dell'antica Sybaris, florida colonia achea della Magna Grecia, distrutta dai crotoniati nel 510 a.C. e ricostruita dagli ateniesi un secolo dopo col nome di Thourioi.

Mormanno

  • Categoria: Destinations

MormannoSalubre località di montagna, posta a 840 metri di altitudine tra le opposte dorsali dei monti Costa e Vernita, a cavallo tra il massiccio del Pollino e quello del Pellegrino, il Comune di Mormanno ricade nel territorio del grande Parco Nazionale del Pollino.

Alcuni ritrovamenti di ceramica fittile di origine magnogreca, lasciano intendere che forse il luogo era frequentato se non abitato sin dall'antichità. Le origini del borgo risalgono al periodo longobardo, quando Mormanno divenne zona di confine tra i territori del Ducato di Benevento, a nord, e quelli bizantini, posti a sud di esso.

Silvana Mansio

  • Categoria: Destinations

Silvana MansioFrazione del comune di Serra Pedace adagiata a 1.470 metri di altitudine tra i distesi pianori della Sila, Silvana Mansio è una piccola e graziosa località turistica del cosentino, caratterizzata dai piccoli chalet di motagna tutti completamente in legno.

Silvana Mansio nasce in epoca romana come stazione di sosta lungo l'antica "strada degli eserciti" un tratto di strada che univa il Golfo di Sibari sullo Ionio al Golfo di Sant'Eufemia sul mar Tirreno tagliando proprio le montagne della Sila, e consentendo agli eserciti di Roma di spostarsi con rapidità da una costa all'altra dello Stivale.

Cosenza

  • Categoria: Destinations

CosenzaFondata da popolazioni brettie nel corso del IV secolo a.C. che invasero l'ampia valle del Crati facendone il principale centro, Cosenza è tra le città più popolose della Calabria, nonchè capoluogo dell'omonima provincia, che risulta essere la quinta in Italia per estensione.

Una volta conquistata i romani la tradussero in stazione di sosta dell'antica Via Popilia che univa Capua a Reggio Calabria. Nel medioevo la città seguì le sorti dei conquistatori succedutisi, che vide tra gli altri il passaggio di Alarico, re dei Visigoti, che qui terminò la sua regale esistenza e venne seppellito sotto il letto del fiume Busento.

Lorica

  • Categoria: Destinations

LoricaTra le località montane più suggestive e pittoresche della Sila, Lorica è un piccolo villaggio di boscaioli adagiato sulle sponde del Lago Arvo. Lorica è definita la perla della Sila per i suoi paesaggi incontaminati e ancora selvaggi.

Lorica si trova a 1.400 metri di altitudine in una posizione interna e defilata rispetto alle grandi vie di comunicazione e preservata dal turismo di massa e dall'assalto edilizio. Questa relativa lontananza dalle principali vie di comunicazione ha consentito di preservare l'ambiente ancora oggi integro, capace di offrire ai viaggiatori paesaggi stucchevoli. 

Santa Severina

  • Categoria: Destinations

Santa SeverinaTra i borghi antichi più interessanti della Calabria, nonchè vero e proprio scrigno di tesori architettonici del periodo bizantino-normanno, Santa Severina sorge sopra uno spuntone roccioso a 350 metri di altitudine, nella bassa valle del fiume Neto.

Il borgo dista soli 26 km dalla città di Crotone, ed oltre al restaurato castello normanno ed alle immancabili chiese bizantine, il suo centro storico mostra il passaggio architettonico dal periodo normanno a quello bizantino. Santa Severina è di certo una delle perle artistiche della Calabria, meta ogni anno di numerosi turisti e visite guidate.

Capo Vaticano

  • Categoria: Destinations

Capo VaticanoIn uno dei luoghi più suggestivi della Calabria e del meridione d'Italia, adagiato sopra un esteso pianoro roccioso a picco sul mare, sorge Capo Vaticano rinomata località balneare della provincia di Vibo Valentia e della Costa degli Dei.

La località, ricadente nel comune di Ricadi, si sviluppa adiacente l'omonimo promontorio in granito bianco che si alza fino a 124 metri di altitudine a picco sul livello del mare, regalando paesaggi suggestivi di incomparabile bellezza e panorami mozzafiato che raggiungono lo Stromboli e le isole Eolie.

Rossano

  • Categoria: Destinations

RossanoTra le città d'arte più interessanti della Calabria vi è Rossano che trae il suo nome dal greco rusion (che salva) e acron (promontorio, altura) da cui derivano le versioni medioevali Ruskia o Ruskiané o ancora Rusiànon, che poi in latino divenne Roscianum.

Fondata probabilmente dagli Enotri intorno al XI secolo a.C, passò sotto il controllo della potente colonia achea di Sybaris intorno al VII secolo a.C. che probabilmente diedero impulso al piccolo borgo. Grazie alla sua naturale conformazione di città fortezza, divenne l'avamposto romano nel controllo della Piana di Sibari, i quali tentavano infruttuosamente la conquista dei territori montuosi della Sila, allora occupati da popolazioni bruzie.

Gerace

  • Categoria: Destinations

GeraceIl nome di Gerace deriva dal greco Ierax, che significa sparviero. La leggenda narra che gli abitanti di Locri, in fuga dalle scorrerie saracene nel 915, siano stati guidati da uno sparviero verso i monti che dominano la zona fino al luogo in cui fondarono il borgo arroccato di Gerace.

La cittadina, che conserva ancora oggi un'impostazione e un fascino tipicamente medievale, si trova agli estremi più bassi del versante orientale del Parco Nazionale dell'Aspromonte, nel cuore della Locride, e rappresenta uno dei borghi con la maggiore concentrazione di opere d'arte. 

San Marco Argentano

  • Categoria: Destinations

San Marco ArgentanoSopra un costone roccioso a 470 metri di altitudine nel mezzo dell'ampia valle del fiume Crati, a cavallo della via istmica che collega il mar Ionio al Tirreno, sorge il paese di San Marco Argentano.

Il luogo era attivo già in epoca arcaica col nome di Argyros, come centro minerario dal quale si estraeva l'argento per il conio delle monete sibarite. Furono poi i romani nel 282 a.C. a dedurne una colonia mutandone il nome in Argentanum. Il sito visse ancora in epoca medievale come centro di controllo della via istmica sottostante, nel X secolo d.C. prese il nome di San Marco Argentano in ricordo del passaggio dell'apostolo Marco.

CalabriaTours.Org | Casa Vacanze in Calabria.
Una guida turistica utile per organizzare vacanze, viaggi, escursioni, visite guidate e per trovare hotel, b&b, case e appartamenti in Calabria.

 

Questo sito non è un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 2001. Ogni riproduzione non autorizzata dei contenuti costituisce una violazione della legge sul Copyright. L'utente è tenuto a leggere il disclaimer sotto riportato.

Legal | Privacy | Copyright | Cookie | Sitemap