Squillace

  • Published in Destinations

SquillaceCome la gran parte dei borghi antichi sorti in epoca medievale sul versante orientale della Catena delle Serre, anche Squillace è stata fondata dagli abitanti del litorale ionico, messi in fuga dalle continue invasioni dei saraceni.

Posta a 344 metri di altitudine a dominio dell'omonimo golfo, Squillace è una graziosa località calabrese che conserva antiche preziose testimonianze d'arte e del suo passato. Il borgo nacque nel VI secolo d.C. fondato dalla popolazione della cittadina di Scolacium assalita e ripetutamente saccheggiata dalle scorrerie dei saraceni.

Già nel VI secolo, Magno Aurelio Cassiodoro, nativo di Squillace e Primo Ministro alla corte del re Teodorico il Goto, fondò qui due importanti istituzioni culturali-religiose: il Vivarium, centro di studi e di copiatura di antichi testi, definito la prima università d'Europa, e il Castellense, ossia un centro di contemplazione e di preghiera edificato sull'altura del monte Castello. Da allora il borgo di Squillace si sviluppò come centro religioso per eccellenza, divenendo tra le prime diocesi in Calabria ad operare col rito greco.

All'arrivo dei normanni in città si impose il rito latino. Da antichi documenti risulta che prima del terremoto del 1793 a Squillace vi erano ben 28 chiese, tre conventi maschili e quattro femminili. La Squillace di oggi è un grazioso paese che conserva bene la sua struttura medievale e i suoi gioielli monumentali a cominciare dal castello normanno posto su di un'altura a guardia del borgo.

E ancora la bella Cattedrale in stile neoclassico, edificata sui ruderi della prima costruzione normanna. La Cattedrale, a tre navate, presenta una splendida facciata in pietra da taglio di ispirazione romanica, che dà un corpo centrale avanzato rispetto ai due laterali. All'interno vi sono, quali testimonianze d'arte antecedenti al terremoto, un monumento funebre del Vescovo Capece Galeota, databile tra il 1514 ed il 1524, attribuito alla scuola scultorea di Tommaso Malvito.

A pochi passi dalla Cattedrale, insistono le rovine della chiesa e del convento di Santa Chiara, edificato nel XIV secolo, e di cui oggi resta la possente facciata principale ed il matroneo. Il centro storico di Squillace mantiene il suo aspetto medievale ed è caratterizzato dalla presenza di numerosi portali artistici in pietra lavorata.

Il Golfo di Squillace che si sviluppa a sud delle colline del Marchesato di Crotone, nell'area litoranea prende il nome di Costa degli Aranci. Tra le zone costiere più belle della Calabria, la Costa degli Aranci dista pochi km dall'antico borgo, e vanta località turistiche di primissimo piano, tra le quali Copanello, Soverato e Stalettì, dove in località Caminia si trova una delle spiagge più belle e desiderabili della Calabria.

CalabriaTours.Org | Casa Vacanze in Calabria.
Una guida turistica utile per organizzare vacanze, viaggi, escursioni, visite guidate e per trovare hotel, b&b, case e appartamenti in Calabria.

 

Questo sito non è un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 2001. Ogni riproduzione non autorizzata dei contenuti costituisce una violazione della legge sul Copyright. L'utente è tenuto a leggere il disclaimer sotto riportato.

Legal | Privacy | Copyright | Cookie | Sitemap