tradizioni

Dalla storia alla cucina: le migliori tradizioni della Calabria

Dalla colonizzazione degli antichi Greci ai giorni nostri passando per i tanti dominatori che si sono susseguiti nel controllo della società calabrese lasciando testimonianze del loro passaggio non solo nei monumenti e nei reperti rinvenuti, ma anche negli usi e costumi tipici della regione. Una carrellata delle migliori tradizioni della Calabria.

  • Banchetti Sibariti

    Banchetti SibaritiLo sfarzo, l'opulenza dell'antica Sybaris e l'amore dei suoi cittadini per la vita mondana, divennero proverbiali in tutto il mondo greco, con storie e leggende che facevano il giro del mondo conosciuto.

    Tali caratteristiche erano particolarmente evidenti nei sontuosi banchetti sibariti, intorno ai quali si narravano leggende che volevano nelle case degli aristocratici sibariti, il vino sgorgare direttamente dalle campagne tramite condutture in terracotta. Per ordine del governo sibarita era fatto divieto possedere galli in città per non disturbare il sonno dei vicini che spesso dormivano fino a tarda mattina.

  • Culto di Hera Lacinia

    Culto di Hera LaciniaNell'antica colonia achea di Kroton insieme al culto di Eracle, fondatore mitologico della città, e di Apollo, ispiratore della fondazione stessa, era molto sentito il culto di Hera Lacinia.

    Pochi chilometri più a sud della città, sul promontorio dove insisteva una precedente area sacra, i crotoniati edificarono il grande santuario dedicato ad Hera Lacinia, tra le più grandi aree sacre di tutto il mondo ellenico. Moglie e sorella di Zeus e regina tra gli dei, Hera veniva venerata come dea protettrice dei pascoli anzitutto, delle donne, della fertilità femminile, della famiglia e del matrimonio.

  • Monetazione Achea

    Monetazione AcheaDai rinvenimenti archeologici sin qui realizzati nelle diverse colonie italiote, si ricava che l'introduzione della monetazione in Magna Grecia, cioè del conio ed uso di monete in metallo per gli scambi al dettaglio, risale al VI secolo a.C.

    Nello specifico le prime monete apparse sono state quelle coniate dalle colonie achee di Sybaris, Kroton e Kaulonia. Indubbiamente l'uso della monetazione deriva dalle città greche della Calcidia e della Eubea, che già nel VII secolo a.C. coniavano stateri d'argento con la tecnica del rovescio incuso (stampo di unica immagine a rilievo su un verso e incuso sul rovescio).

  • Scuola Artigiana di Medma

    Scuola Artigiana di MedmaNella Scuola Artigiana di Medma del V secolo a.C. gli artigiani medmei ponevano una particolare cura nel preparare statuine e oggetti di culto, quelle dedicate alle varie divinità pagane, che come ex voto venivano offerte e seppellite a centinaia in speciali fosse, dette favisse.

    I manufatti provenienti dalla Scuola Artigiana sviluppatasi nell'antica colonia di Medma sono contraddistinti dall'uso di una particolare terracotta con componente sabbiosa bianca e uniforme. Tra di essi spiccano per bellezza di fattura le teste femminili, molte delle quali è possibile oggi ammirare nelle sale del Museo Nazionale di Reggio Calabria, altri pregevoli esemplari sono custoditi nei maggiori musei del mondo tra cui il British Museum di Londra.

  • Scuola Ginnica Crotoniate

    Scuola Ginnica CrotoniateLa scuola ginnica crotoniate, nata e sviluppatasi nell'antica città di Kroton durante il VI° secolo a.C. è stata senza dubbio alcuno la più foriera di campioni olimpici.

    Per oltre un secolo i maggiori giochi tenutisi nell'antica Grecia vennero quasi monopolizzati dagli atleti della colonia achea, come Plauto, Daippo, Glaukias, Phaillos, Likinos, Eratostene, Ippostrato, Diogneto, il grande Milone, Philippos, Tisikates, Isomaco, Astylos e Timasitheos, unico pugile ad aver vinto insieme la lotta ed il pancrazio. 

  • Scuola Medica Crotoniate

    Scuola Medica Crotoniate"I medici di Crotone sono i primi nel mondo, secondi sono quelli di Cirene" così scriveva Erodoto, illustre storico greco vissuto sul finire del VI secolo a.C. nel terzo libro delle su Storie al capitolo 131.

    Erodoto parlava così di quella che certamente fu la migliore scuola medica dell'intero Occidente antico nei secoli VI e V a.C. dalla quale ebbe origine la medicina come scienza attiva e ricerca scientifica, e che annovera medici del calibro di Callifonte, Alcmeone e Democede, conosciuti in tutto il mondo antico, anche dai Persiani e dai Fenici. 

  • Scuola Pitagorica

    Scuola PitagoricaQuando Pitagora di Samo giunse a Crotone intorno al 534 a.C trovò una città ricca e potente, ma moralmente frustrata per la cocente sconfitta subita contro la città di Locri Epizefiri nella famosa ed infausta battaglia del fiume Sagra, che ne bloccò l'espansione territoriale a sud.

    Il filosofo samio subito fu stimato dai crotoniati che lo descrivevano come uomo gentile, sobrio e raffinato, con parlare elegante e con uno spiccatissimo senso dell'osservazione. Nella Kroton del VI secolo a.C il Pitagora trovò la già celebre scuola ginnica crotoniate, e l'altrettanto nota scuola medica di Alcmeone.

CalabriaTours.Org | Casa Vacanze in Calabria.
Una guida turistica utile per organizzare vacanze, viaggi, escursioni, visite guidate e per trovare hotel, b&b, case e appartamenti in Calabria.

 

Questo sito non è un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 2001. Ogni riproduzione non autorizzata dei contenuti costituisce una violazione della legge sul Copyright. L'utente è tenuto a leggere il disclaimer sotto riportato.

Legal | Privacy | Copyright | Cookie | Sitemap