coltivazioni

Dal peperoncino al bergamotto: tutte le coltivazioni tipiche della Calabria

La gastronomia calabrese annovera coltivazioni tipiche locali di grande pregio, alcune di esse protette dall'istituzione di marchi e classificazioni europei. Dal peperoncino piccante prodotto in tutta la regione, al cedro, al bergamotto. Dalla patata silana ai fichi secchi di Cosenza, che da poco hanno ottenuto il riconoscimento DOPG da parte dell'UE. E poi ancora la ormai famosa Liquirizia di Rossano e il pomodoro di Belmonte, che ricevono apprezzamenti internazionali ogni anno.

  • Bergamotto

    BergamottoIl Bergamotto calabrese è una particolare pianta di agrume prodotta sul versante ionico della provincia di Reggio Calabria. Questo agrume dal sapore forte cresce solo in alcune zone della Costa d'Avorio e del Brasile.

    L'albero del bergamotto è una pianta sempreverde alta circa 3 metri dalle foglie lucide e carnose come quelle dell'arancio e che va in fioritura tra Marzo e Novembre. Il frutto è un agrume dal peso medio di 150 grammi, con la buccia liscia di colore giallo intenso, dalla quale si ricava l'essenza. Poco più grande di un arancio, il frutto si presenta schiacciato ai poli, con la polpa divisa mediamente in 12-15 spicchi che fornisce un succo molto acido e amarognolo.

  • Cedro

    CedroChiamato botanicamente Citrus Medica, il cedro è un agrume della famiglia delle Rutaceae, il cui nome derivato dal latino citrus, è fuorviante poichè coincide con la traduzione di cedrus, nome dato invece alla conifera del Libano, famosa per aver fornito il legname per tante navi antiche.

    Il Cedro di Calabria è coltivato nel tratto di costa tirrenica cosentina, tra i comuni di Tortora e Diamante, chiamata Riviera dei Cedri. E' qui che trova il suo habitat naturale grazie ad un microclima caratterizzato da temperature miti tutto l'anno, senza particolari escursioni termiche. Infatti il cedro è una pianta mediterranea che mal sopporta i venti freddi provenienti da nord e temperature sotto i 5 gradi.

  • Cipolla di Tropea

    Cipolla Rossa di TropeaLa cipolla rossa di Tropea è un bulbo che si produce sulla zona costiera tirrenica compresa tra Amantea a nord e Nicotera a sud. La zona di maggior produzione è ubicata tra i comuni di Ricadi, Briatico e Tropea, tutti nella provincia di Vibo Valentia.

    Le particolari sostanze del terreno rendono la cipolla rossa di Tropea ricca di vitamina C e di minerali quali il ferro, il selenio, il megnesio e lo zinco. Il bulbo infatti è accreditato di molti effetti benefici tra cui una forte azione antisclerotica che previene gli infarti apportando grandi benefici al cuore. Secondo alcuni la cipolla rossa di Tropea venne importata dalla Persia migliaia di anni fa, secondo altri invece dai Fenici.

  • Clementine di Calabria

    Clementine di CalabriaNata probabilmente da un innesto tra il mandarino del tipo Avana e l'arancio amaro Granito, l'albero delle clementine pare sia stato ottenuto per la prima volta in Algeria nei primi decenni del secolo scorso, ma le fonti storiche non sono univoche.

    Alcuni ritengono che l'albero delle clementine sia stato innestato da padre Clement Rodier nel 1940, mentre altre fonti riferiscono di un sacerdote dal nome Pierre Clement. Più probabile che la pianta sia originaria dell'estremo est asiatico, e introdotta in Europa dal padre algerino nel Novecento. L'albero delle clementine di Calabria è assai simile a quello del mandarino, sebbene si tratti di un innesto con l'arancio amaro del tipo Granito.

  • Fichi di Cosenza Dop

    Fichi di CosenzaCon la denominazione Fichi di Cosenza, si identifica in via esclusiva i frutti essiccati di fico domestico coltivato e raccolto nella zona del Cosentino ricadente in gran parte nell'ampia Valle del Crati, che divide il Pollino dalla Sila, a quote comprese tra 0-800 metri di altitudine.

    I fichi vanno raccolti e lavorati secondo le modalità previste dal disciplinare di produzione che ne garantisce la denominazione Dop, di origine protetta. Come recita il disciplinare di produzione, la zona di produzione dei Fichi di Cosenza Dop è rappresentata dal territorio della provincia di Cosenza compreso tra la parte meridionale del Massiccio del Pollino e l'area settentrionale dell'Altopiano della Sila.

  • Liquirizia di Rossano

    Liquirizia di RossanoSecondo l'autorevole voce dell'Enciclopedia Britannica, la migliore liquirizia del mondo nasce in Calabria.

    In effetti sulla costa dell'alto Ionio cosentino, nel tratto compreso tra i comuni di Roseto Capo Spulico a nord, e Cariati al sud, la liquirizia cresce spontanea, trovando nei terreni impregnati di argilla calcarea il suo habitat naturale. Nella zona di Rossano già nel 1710 venne costruita la prima fabbrica per la lavorazione di questa pianta molto antica, dalle cui lunghe e possenti radici si estrae l'essenza. 

  • Patata Silana

    Patata SilanaUltimo dei prodotti tipici calabresi ad ottenere il riconoscimento Igp dall'Unione Europea la patata della Sila si produce nei 14 comuni ubicati tutti sull'altopiano silano.

    Secondo il disciplinare di produzione, che certifica appunto la provenienza geografica protetta delle patate silane, l'area di produzione della patata della Sila interessa tutti gli agri ubicati nei comuni ricadenti nei territori contermini del massiccio silano. Sono zone di produzione i comuni di Acri, Aprigliano, Bocchigliero, Celico, Colosimi, Longobucco, Serra Pedace, Parenti, Pedace, Rogliano, San Giovanni in Fiore, Spezzano della Sila e Spezzano Piccolo, in provincia di Cosenza, ed il comune di Taverna in provincia di Catanzaro.

  • Peperoncino

    Peperoncino di CalabriaNota e diffusa pianta tropicale proveniente dalle Americhe col nome botanico di Capsicum Frutescens, il peperoncino piccante trova in Calabria luogo ideale di coltivazione nonchè resta tra i prodotti tipici più utilizzati in tutta la regione.

    Il peperoncino piccante è un arbusto perenne a vita breve alto circa 80 cm che appartiene alla famiglia delle Solanacee. Le foglie sono lenceolate di colore verde intenso, mentre i fiori a corolla singola sono di colore viola e crescono nella parte ascellare delle foglie. Il frutto è una bacca allungata di colore verde quando è acerbo, dalle tonalità di rosso e giallo quando è giunto a maturazione.

  • Pomodoro di Belmonte

    Pomodoro di BelmonteIl Pomodoro di Belmonte è una particolare tipologia che viene coltivata nell'area a ridosso del comune di Belmonte Calabro, piccolo borgo della provincia di Cosenza, posto a 260 metri di altitudine lungo la costa tirrenica, pochi km più a nord di Amantea.

    E' l'unico pomodoro italiano a fregiarsi del marchio De.C.o (Denominazione Comunale di Origine). Questa particolare tipologia di pomodoro è inserita nell'elenco del Ministero per le Politiche Agricole dei prodotti PAT calabresi. Il Pomodoro di Belmonte fa parte della tipologia dei pomodori da mensa a portamento indeterminato.

CalabriaTours.Org | Casa Vacanze in Calabria.
Una guida turistica utile per organizzare vacanze, viaggi, escursioni, visite guidate e per trovare hotel, b&b, case e appartamenti in Calabria.

 

Questo sito non è un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 2001. Ogni riproduzione non autorizzata dei contenuti costituisce una violazione della legge sul Copyright. L'utente è tenuto a leggere il disclaimer sotto riportato.

Legal | Privacy | Copyright | Cookie | Sitemap