locride

Dall'Aspromonte alla Riviera dei Gelsomini: l'area della Locride

Tra le aree geografiche più suggestive della Calabria la Locride è una lingua di terra schiacciata tra gli ultimi contrafforti orientali dell'Aspromonte e la costa ionica nel tratto compreso tra Marina di Gioiosa Ionica e Bovalino. L'area è caratterizzata dai suggestivi borghi medievali appesi sui colli aspromontani a ridosso della Riviera dei Gelsomini. Locri, Gioiosa Ionica e Gerace sono le località più rinomate.

  • Antonimina

    AntoniminaAdagiato lungo le impervie ed argillose colline della Locride, sul versante orientale del Massiccio dell'Aspromonte, sorge il paese di Antonimina. La località, famosa per le Acque Sante Locresi che hanno dato vita alle Terme di Antonimina, è posta a 327 metri di altitudine alle falde del vulcano inattivo chiamato Tre Pizzi per la particolare forma della sua cima a tre punte. 

    Il piccolo borgo di Antonimina è circondato da boschi di querce secolari e uliveti famosi, dai quali si estrae un olio considerato tra i migliori extravergine di tutta la Calabria. Il paese di Antonimina sorge a circa 9 chilometri da Locri quindi dal mar Ionio, divenuta località termale grazie allo sfruttamento delle acque sulfuree e clorurate che sgorgano a pochi passi dall'abitato.

  • Caciocavallo di Ciminà

    Caciocavallo di CiminàFormaggio tipico e dalla tradizione antica quanto l'uomo, il Caciocavallo di Ciminà è stato inserito dal Ministero delle Politiche Agricole nell'elenco PAT (Prodotti Agroalimentari Tradizionali) della Calabria.

    Derivato di formaggio vaccino, misto con un po di latte di capra, il Caciocavallo di Ciminà si produce nell'area grecofona dell'Aspromonte, a ridosso della Locride. Il caciocavallo di Ciminà viene prodotto con tecniche tradizionali. Il latte vaccino di una o due mungiture, assieme al late di capra, coagula nel pentolone di rame grazie all'immersione nel latte del caglio di capretto; la temperatura del latte affinché avvenga la cosidetta cagliata deve raggiungere i 25-30°C.

  • Castello di Gerace

    Castello di GeraceIl castello di Gerace sorge proprio in cima all'amba rocciosa intorno alla quale si sviluppò l'originario centro abitato del paese.

    Edificato secondo alcuni nel corso del VII secolo d.C. come semplice fortificazione, il maniero esisteva di certo già a metà del X secolo, quando all'arrivo delle truppe bizantine, venne raso al suolo insieme alla devastazione dell'intera cittadina. Piccolo borgo arroccato alle pendici più basse del Massiccio d'Aspromonte, la cittadina di Gerace conserva ancora oggi il fascino antico dei piccoli borghi medievali, fatti di chiese e di botteghe artigiane, di viuzze e piazzette decorate.

  • Castello di Roccella Ionica

    Castello di Roccella IonicaPosto sopra una rocca a controllo e difesa del litorale, il castello di Roccella Ionica venne costruito probabilmente dagli svevi intorno al XIII secolo.

    Le prime notizie circa un maniero sovrastante il borgo dell'antica Rupella sono relative al periodo angioino, anche se i forti rimaneggiamenti applicati nei secoli successivi ne hanno snaturato l'essenza stessa. Il castello era infatti un maniero difensivo, tra i più difficili da espugnare, ma nel XVIII secolo i Carafa lo ampliarono e lo adibirono a dimora signorile. 

  • Cattedrale di Gerace

    Cattedrale di GeraceEdificata dai normanni nel XI secolo e consacrata nel 1045 dal vescovo Pasqua, e poi riconsacrata nel 1222 alla presenza dell'imperatore Federico II, la Cattedrale di Gerace è la chiesa più grande della Calabria con una superficie complessiva di oltre 1.680 mq.

    La Cattedrale di Gerace manifesta evidenti segni di rifacimenti e contaminazioni posteriori, che rendono comunque difficile indicare una precisa datazione del primo impianto. Si ritiene comunque che il primo impianto della Cattedrale id Gerace possa risalire al tardo periodo bizantino e dunque pre-normanno.

  • Chiesa di San Francesco

    San Francesco di GeraceAntico luogo di culto ubicato nel centro storico del grazioso borgo medievale di Gerace, la chiesa intitolata a San Francesco d'Assisi è un grandioso edificio gotico edificato nel 1252 sulle rovine di un precedente romanico.

    La monumentale chiesa, che misura 40 metri di lunghezza per 11 di larghezza, sorge nella famosa Piazza delle Tre Chiese di Gerace, dichiarata Bene Architettonico di interesse nazionale è tra i maggiori esempi di stile gotico della Calabria. La chiesa di San Francesco d'Assisi di Gerace faceva parte di un antico convento fondato nei primi anni del XIII secolo da un monaco di nome Daniele, compagno di San Francesco.

  • Chiesa di San Giovannello

    La piccola chiesa di San Giovanni Crisostomo, meglio conosciuta come chiesa di San Giovannello, è un piccolo edificio costruito nel grazioso borgo medievale di Gerace nel XI secolo, e che mantiene ancora oggi la funzione di chiesa con rito greco-ortodosso.

    Per le sue dimensioni molto piccole, per la sobrietà delle sue forme architettoniche e per lo stile bizantino ben conservato, la chiesa di San Giovannello è una delle più belle in assoluto di Gerace. La chiesetta a navata unica, è illuminata da sette monofore arcate e laterali. All'interno sono presenti nicchie per prothesis e diaconicòn, tracce di affresco ed una cisterna alimentata dalle acque piovane, raccolte attraverso una conduttura in terra cotta.

  • Chiesa di Santa Maria del Mastro

    Santa Maria del Mastro di GeraceSolenne nei suoi volumi architettonici e ben isolato da altre costruzioni, si staglia il superbo edifico a croce greca di Santa Maria del Mastro. La chiesa a pianta centrale lunga 19,5 metri e larga 14,5 metri, sorge sulla nuova piazza del Borgo Maggiore di Gerace.

    Da un'iscrizione greca posta in precedenza sulla porta principale della chiesa, ed oggi conservata presso il Museo Archeologico di Locri, si ricava la data di fondazione dell'edificio, che risale al 1084. La costruzione risale quindi al periodo immediatamente successivo al pieno possesso della città di Gerace da parte dei normanni. Ma il chiaro impianto bizantino, con abside ad est, tradisce l'esistenza di un edificio precedente.

  • Club Hotel Kennedy

    hotel club kennedyStruttura rinnovata nel corso del 2011 e posizionata a 80 metri dal mare il Club Hotel Kennedy è un elegante albergo 4 stelle ubicato poco fuori Rocella Ionica, nota e apprezzata località balneare della Locride in quel tratto di mare chiamato Riviera dei Gelsomini.

    L'hotel dotato di arredi moderni ed eleganti è circondato da un parco privato in cui trovano posto una piscina per adulti e una per bambini, un campo di calcetto e un campo da tennis. La spiaggia è facilmente accessibile tramite un sottopasso che consente di attraversare la Statale 106 Ionica che separa l'hotel dal mare. 

  • Dioscuri di Marasà

    Dioscuri di MarasàIl gruppo marmoreo dei Disocuri, costituito da due sculture in marmo dei Dioscuri Castore e Polluce, figli di Zeus, più una terza rinvenuta molto prima e che potrebbe simboleggiere la Vittoria, sono tra i primi rinvenimenti della Magna Grecia in Calabria.

    Le statuette vennero infatti rinvenute dal Sovrintendente Paolo Orsi durante la campagna di scavi del 1890-91 nell'area archeologica dell'antica Locri Epizefiri. Il gruppo marmoreo dei Dioscuri costituiva la decorazione scultorea della fronte occidentale del tempio dorico del Santuario di Contrada Marasà, dedicato probabilmente a Zeus, da qui il nome di Dioscuri di Marasà.

CalabriaTours.Org | Casa Vacanze in Calabria.
Una guida turistica utile per organizzare vacanze, viaggi, escursioni, visite guidate e per trovare hotel, b&b, case e appartamenti in Calabria.

 

Questo sito non è un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 2001. Ogni riproduzione non autorizzata dei contenuti costituisce una violazione della legge sul Copyright. L'utente è tenuto a leggere il disclaimer sotto riportato.

Legal | Privacy | Copyright | Cookie | Sitemap