vibonese

Dal Monte Poro alla meravigliosa Costa degli Dei: l'area del Vibonese

L'area geografica del Vibonese coincide con il "corno" della Calabria, quella prospicienza sul Tirreno che parte a nord da Vibo Valentia per rientrare a sud con Marina di Nicotera. L'area del Vibonese è nota per le magnifiche spiagge della Costa degli Dei, della quale Zambrone, Tropea e Capo Vaticano sono le mete più gettonate. Ma l'area produce anche alcuni prodotti tipici molto noti come la nduja di Spilinga, la cipolla di Tropea e il pecorino del Monte Poro.

  • Capo Vaticano

    Capo VaticanoIn uno dei luoghi più suggestivi della Calabria e del meridione d'Italia, adagiato sopra un esteso pianoro roccioso a picco sul mare, sorge Capo Vaticano rinomata località balneare della provincia di Vibo Valentia e della Costa degli Dei.

    La località, ricadente nel comune di Ricadi, si sviluppa adiacente l'omonimo promontorio in granito bianco che si alza fino a 124 metri di altitudine a picco sul livello del mare, regalando paesaggi suggestivi di incomparabile bellezza e panorami mozzafiato che raggiungono lo Stromboli e le isole Eolie.

  • Capovaticano Thalasso & Spa

    capo vaticano thalasso hotelL'hotel gode di una posizione privilegiata con una vista mozzafiato sul vulcano Stromboli e le Isole Eolie. Il resort si trova nell'incantevole cornice di una natura incontaminata, un susseguirsi di promontori rocciosi e di spiagge sabbiose che offrono un panorama indimenticabile.

    Ampia struttura concepita secondo criteri minimalisti e moderni, l'hotel Capovaticano Thalasso & Spa è ubicato direttamente sullo splendido mare della Costa degli Dei, tra le famose località balneari di Tropea e Capo Vaticano.

  • Castello di Pizzo Calabro

    Castello di Pizzo Calabroa costruzione del castello di Pizzo Calabro è legata agli eventi storici del periodo aragonese della Calabria.

    Venne infatti edificato nel XV secolo per volere del re Ferdinando d'Aragona, giunto in Calabria per sedare la sanguinosa congiura dei baroni, ordita contro di lui da alcuni feudatari locali, come Carlo Sanseverino, conte di Mileto e feudatario di Pizzo. Dopo aver sopraffatto in modo sanguinoso i cospiratori, il re aragonese fece potenziare buona parte del sistema difensivo del suo regno rimaneggiando i castelli dei feudi rivoltosi come Belvedere Marittimo, Castrovillari e Corigliano.

  • Castello di Vibo Valentia

    Castello di Vibo ValentiaSi staglia maestoso sulla collina dove era situata l'acropoli dell'antica Hipponion e domina, con la sua forma di nave, la città di Vibo Valentia e la bassa valle del Mesima.

    Edificato tra il 1070 ed il 1074 d.C. per volere di Ruggero il Normanno, che in questi lidi aveva condotto e accampato il suo esercito, il maniero era probabilmente una semplice fortificazione, costituita da una sola torre triangolare al centro di altre tre torri circolari. Nonostante i forti rimaneggiamenti ricevuti, il castello di Vibo Valentia conserva l'impianto normanno.

  • Cipolla di Tropea

    Cipolla Rossa di TropeaLa cipolla rossa di Tropea è un bulbo che si produce sulla zona costiera tirrenica compresa tra Amantea a nord e Nicotera a sud. La zona di maggior produzione è ubicata tra i comuni di Ricadi, Briatico e Tropea, tutti nella provincia di Vibo Valentia.

    Le particolari sostanze del terreno rendono la cipolla rossa di Tropea ricca di vitamina C e di minerali quali il ferro, il selenio, il megnesio e lo zinco. Il bulbo infatti è accreditato di molti effetti benefici tra cui una forte azione antisclerotica che previene gli infarti apportando grandi benefici al cuore. Secondo alcuni la cipolla rossa di Tropea venne importata dalla Persia migliaia di anni fa, secondo altri invece dai Fenici.

  • Costa degli Dei

    Costa degli DeiTra le zone costiere più belle e suggestive d'Italia, la Costa degli Dei si estende sul tratto tirrenico compreso tra i comuni di Pizzo Calabro a nord e Nicotera a sud, inglobando tutte le altre località presenti sul cosiddetto Corno di Calabria.

    Il litorale ricade interamente nella provincia di Vibo Valentia ed è in gran parte segnato dall'altopiano del Monte Poro che termina a strapiombo sul mare con le vaste digitazioni in granito bianco del Promontorio di Capo Vaticano, intorno alle quali sono nascoste le splendide spiagge bianche che fanno la fortuna di questo tratto cosriero. 

  • Hotel Villa Paola Tropea

    hotel villa paola tropeaNuova residenza tra le più esclusive della costa tropeana e della Calabria, il Villa Paola Hotel sorge all'interno di un piccolo convento del Cinquecento, restaurato ad arte e adibito a struttura ricettiva.

    La villa è un piccolo complesso ricettivo a cinque stelle ubicato sulle colline di Tropea con ampia veduta sulla magnifica Costa degli Dei e sul porto turistico della nota località balneare. Hotel elegante e molto silenzioso, al suo interno il piccolo chiostro ed il porticato ne ricordano lo stile rinascimentale. Il Villa Paola dispone di camere Superior, disposte sui vari piani dell'albergo ampie, confortevoli e molto luminose.

  • Lago Angitola

    Lago AngitolaRicadente nel territorio del comune di Pizzo Calabro, a 3 km di distanza dalla Costa degli Dei, è stato creato nel 1966 il lago artificiale di Angitola, sbarrando il corso dell'omonimo fiume.

    Il lago di Angitola ha una superficie totale di 196 ettari ed una profondità massima di 28 metri, che gli consentono una portata di 21 milioni di m3 d'acqua. Pur non essendo contigui, l'una a l'altra, l'area del lago di Angitola ricade nella perimetrazione del Parco Regionale delle Serre. Il lago di Angitola è circondato da declivi ricoperti da uliveti e macchia mediterranea, e da una fascia di rimboschimento a pino d’Aleppo, mentre pioppi neri, cannucce tife, salice bianco, ontani neri crescono sulla riva, dove troviamo anche eucalipti e querce da sughero.

  • Mura di Hipponion

    Mura di HipponionLa cinta muraria dell'antica colonia di Hipponion fu indagata nel suo tratto Nord-Est tra il 1916 e il 1922. 

    Sullo scorcio del secolo scorso l'analisi delle foto aeree e alcune verifiche del terreno hanno permesso di approfondire la conoscenza sulla tecnica costruttiva e di accertare la successione di diverse fasi edilizie. Le mura greche di Hipponion erano dotate di varchi, piccole porte e porte monumentali, nelle quali sfociavano i più significativi assi viari di comunicazione fra il settore urbano e le aree extraurbane. 

  • Museo Archeologico di Vibo Valentia

    Museo di Vibo ValentiaIl Museo Archeologico di Vibo Valentia venne istituito dalla Sovrintendenza per i Beni Archeologici della Calabria nel 1969, con sede in Palazzo Gagliardi, ubicato in origine nel centro storico della città.

    Il museo venne costituito attorno al primo nucleo delle collezioni Capialbi e Albanese, solo successivamente si aggiunsero i materiali provenienti dagli scavi condotti nelle varie zone dell'abitato e relativi all'antica Hipponion. Dal 1996 il museo è stato trasferito nelle sale del castello normanno, appositamente restaurato. Il percorso espositivo è articolato secondo un criterio topografico, per cui al piano superiore sono esposti i reperti dalle aree sacre di Scrimbia, del Cofino, della Cava Cordopatri.

  • Museo Civico di Nicotera

    Museo di NicoteraIl piccolo Museo Civico di Nicotera ubicato nelle sale superiori del Castello Ruffo, presenta una raccolta di materiali di provenienza locale, che copre un arco di tempo cronologico molto ampio.

    Il museo di Nicotera espone reperti storici che vanno dalla preistoria fino all'età medievale, proponendo al visitatore una buona documentazione di tutto il territorio. Particolarmente interessanti i reperti relativi all'epoca arcaica in cui nella marina di Nicotera doveva trovarsi l'Emporion della colonia di Medma. 

  • Nduja di Spilinga

    NdujaLa nduja è un insaccato prodotto con le parti grasse del maiale come il lardo e la pancetta, con l'aggiunta di molto peperoncino piccante e di sale.

    E' un insaccato molto particolare perchè la nduja non si affetta, ma si spalma come un patè la cui consistenza è molto pastosa. Si ritiene che il termine nduja sia una derivazione del termine francese andouille, che nella lingua transalpina significa proprio salsiccia. Inoltre in molte zone della Francia viene preparato un insaccato tipico con polmoni, trippa, fegato ed altre interiora di maiale, bollito insieme a verdure ed erbe aromatiche, che ricorda un po l'origine umile.

  • Oasi Naturalistica di Angitola

    Oasi Naturalistica di AngitolaL'Oasi Naturalistica del Lago Angitola venne istituita nel 1975 dal WWF e dopo 10 anni riconosciuta come sito di importanza Comunitaria per la conservazione dell'habitat naturale e passaggio migratorio di uccelli selvatici.

    Il Lago Angitola, tra le più importanti zone umide della Calabria, si trova ad appena tre chilometri dalla bellissima e famosa Costa degli Dei, in agro del comune di Pizzo Calabro. L'oasi conserva il tipico habitat palustre che consente a molte specie di uccelli migratori di svernare in un ambiente naturale e incontaminato. All'interno dell'Oasi Naturalistica, protetta e gestita dal WWF, sono state avvistate più di 130 specie diverse di uccelli migratori, presenti anche in concentrazioni di migliaia di individui.

  • Pecorino del Monte Poro

    Pecorino del Monte PoroConsiderato tra i migliori formaggi pecorini del meridione, il Pecorino del Monte Poro viene prodotto da tempi antichi in alcune località della provincia di Vibo Valentia, ubicate su di un basso terrazzamento prospiciente la costa tirrenica.

    Il Monte Poro infatti è un piccolo altopiano solitario che si sviluppa tra le località di Ricadi e Nicotera, e termina ad ovest con l'alto promontorio di Capo Vaticano, interessando l'area costiera della famosa Costa degli Dei. Il pecorino del Monte Poro si ottiene dalla lavorazione di latte ovino ottenuto da pecore alimentate in pascoli naturali sulle pendici dell'altopiano.

  • San Leonardo Resort

    san leonardo resortSopra un'altura da cui si gode un bel panorama e un magnifico affaccio sul porto turistico di Vibo Valentia, sorge il San Leonardo Resort, hotel quattro stelle attrezzato per meeting e congressi.

    Dotato di una bella piscina olimpica posta all'ultimo piano dell'hotel con affaccio sul mare. Omologata per gare di nuoto, palla a nuoto e altre attività acquatiche, la piscina olimpionica scoperta è vanto e lustro del San Leonardo Resort. Ottimale per gli allenamenti di squadre sportive, congeniale alla piacevolezza di una vacanza estiva lontani dalle caotiche spiagge. 

  • Sito Archeologico di Vibo Valentia

    Area archeologica di Vibo ValentiaA quattro cholometri dalla costa tirrenica, sopra una piccola altura, coperti dal moderno abitato di Vibo Valentia, si trovano i risti dell'antico centro indigeno di Veipo, della prima colonia locrese di Hipponion e della successiva città romana di Vibonia.

    La posizione sopraelevata, su di un fertile altopiano della penisola di Tropea, apparve particolarmente funzionale allo sviluppo di un'area urbana ben protetta sulle alture ma a ridosso della costa e del mare. Mentre sono scarsi i resti ed i rinvenimenti relativi al centro indigeno di Veipo, ben più apprezzabili sono invece le mura della colonia greca di Hipponion, indagate da Paolo Orsi nel 1916.

  • Sunshine Club Hotel & Spa

    sunshine hotel spaSituato a ridosso di uno dei tratti costieri più belli e suggestivi in assoluto, il Sunshine Club Hotel sorge sul promontorio di Capo Vaticano, a pochi km dalle magnifiche spiaggie bianche tipiche della Costa degli Dei.

    Dalle terrazze dell'hotel si godono paesaggi mozzafiato che spaziano per tutta la costa tropeana arrivando a scorgere le Isole Eolie e il vulcano Stromboli. L'hotel sorge in altura a pochi passi dal centro abitato di Capo Vaticano, e dista 12 km dal centro di Tropea, la più famosa tra le belle località turistiche della costa vibonese.

  • Tropea

    TropeaPosizionata sopra un ampio promontorio roccioso che dal monte Poro digrada dolcemente sulle sponde del mar Tirreno, sorge Tropea fortunata località turistica della Costa degli Dei, tra le più gettonate e suggestive della Calabria.

    La fondazione del borgo antico è attribuita da molti storici al console romano Scipione l'Africano, il quale avrebbe ordinato la costruzione di un fortalizio militare sopra la rocca a guardia del meraviglioso tratto di costa. Secondo alcune fonti la costruzione del borgo di Tropea ebbe inizio dunque in occasione della distruzione di Cartagine nel 209 a.C, mentre Scipione faceva ritorno a Roma.

  • Vibo Valentia

    Vibo ValentiaAdagiata sul pendio di un irto colle a 470 metri di altitudine a picco sulla costa tirrenica, Vibo Valentia è la più giovane delle cinque provincie calabresi, nonchè una delle città più antiche della Calabria.

    Le prime tracce di frequentazione umana risalgono al Neolitico, rinvenute durante gli scavi dell'antica Hipponion, riguardano utensili di uso quotidiano e armi da guerra e corredi funerari. Il primo insediamento stabile si riferisce però all'epoca del Ferro, periodo durante il quale sarebbe sorto il centro indigeno di Veipo. La storia vera di Vibo Valentia inizia nel VII secolo a.C. quando gli abitanti di Locri Epizefiri fondarono qui la colonia locrese di Hipponion.

  • Zambrone

    ZambroneSituata a metà strada fra Tropea e Vibo Valentia, pochi km più a nord del promontorio di Capo Vaticano, sorge Zambrone, altra splendida località turistica della costa tirrenica calabrese, nel bel mezzo della fortunata Costa degli Dei.

    Il piccolo centro di Zambrone, oltre alle tipiche spiagge bianche dai fondali turchesi, è dotato di strutture turistiche di buon livello, nonchè dell'unico acquapark della provincia di Vibo Valentia. Le origini del villaggio non sono propriamente note e documentate, alcune notizie storiche danno la fondazione fin dal 1300, quando gli abitanti di San Giovannello, incalzati dai pirati costruirono un nuovo centro nella attuale posizione.

CalabriaTours.Org | Casa Vacanze in Calabria.
Una guida turistica utile per organizzare vacanze, viaggi, escursioni, visite guidate e per trovare hotel, b&b, case e appartamenti in Calabria.

 

Questo sito non è un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 2001. Ogni riproduzione non autorizzata dei contenuti costituisce una violazione della legge sul Copyright. L'utente è tenuto a leggere il disclaimer sotto riportato.

Legal | Privacy | Copyright | Cookie | Sitemap