Buccularu

  • Categoria: Typical

BuccularuTra i salumi tipici calabresi ad avere una diffusione molto bassa, il buccularu si ottiene dalla lavorazione del grasso di maiale proveniente dalla testa e dal collo dell'animale.

Buccularu è il nome dialettale che le popolazioni locali danno al guanciale del maiale, salume tipico ottenuto appunto dalla lavorazione delle parti grasse, alle quali si aggiungono varie spezie al fine di esaltarne il sapore sapido e quindi il gusto tipico delle carni derivate dal maiale. Il buccularu, o guanciale, viene prodotto in maniera assolutamente artigianale nel periodo invernale, tra Dicembre e Gennaio, in alcune zone della provincia di Reggio Calabria.

Caciocavallo di Ciminà

  • Categoria: Typical

Caciocavallo di CiminàFormaggio tipico e dalla tradizione antica quanto l'uomo, il Caciocavallo di Ciminà è stato inserito dal Ministero delle Politiche Agricole nell'elenco PAT (Prodotti Agroalimentari Tradizionali) della Calabria.

Derivato di formaggio vaccino, misto con un po di latte di capra, il Caciocavallo di Ciminà si produce nell'area grecofona dell'Aspromonte, a ridosso della Locride. Il caciocavallo di Ciminà viene prodotto con tecniche tradizionali. Il latte vaccino di una o due mungiture, assieme al late di capra, coagula nel pentolone di rame grazie all'immersione nel latte del caglio di capretto; la temperatura del latte affinché avvenga la cosidetta cagliata deve raggiungere i 25-30°C.

Vino Melissa

  • Categoria: Typical

Vino MelissaInsieme al più famoso Cirò, il vino Melissa è tra i più antichi vini prodotti in Calabria, e certamente tra i più antichi d'Italia.

Già Ovidio nel I secolo a.C. cita il borgo di Melissa come un luogo ameno ricco di vigne, da cui si estraeva un vino forte e corposo secondo le tecniche introdotte dai coloni greci. La zona di produzione ricade nella zona collinare del Marchesato di Crotone. Il vino Melissa si produce nel cuore dell'Alto Crotonese tra i comuni di Carfizzi, San Nicola dell'Alto, Umbriatico e Melissa da cui prende il nome, e parte dei territori dei comuni di Pallagorio, Casabona, Rocca di Neto, Scandale, Strongoli, Santa Severina e Castelsilano, tutti in provincia di Crotone.

Vino Bivongi

  • Categoria: Typical

Vino BivongiTra i vini più giovani della Calabria ad ottenere il riconoscimento internazionale, il vino Bivongi ha ottenuto la classificazione Doc da parte dell'Unione Europea solo nel 1996.

Questo vino si produce sul versante orientale della Catena delle Serre, nella bassa valle del torrente Stilaro, a ridosso dei comuni di Bivongi, Caulonia, Monasterace, Riace e Stilo nella provincia di Reggio Calabria, e nel comune di Guardavalle sito nella provincia di Catanzaro. Il Bivongi è un vino Doc relativamente leggero in quanto a gradazione alcolica totale, che varia dai 10% ottenuta nella tipologia bianco, fino ai 12,5% massimi raggiunti dal rosso Riserva.

Vino Donnici

  • Categoria: Typical

Vino DonniciInsieme al più famoso Cirò il Donnici è stato tra i primi vini della Calabria ad ottenere il riconoscimento Doc da parte dell'Unione Europea.

Si produce nelle tre classiche qualità di rosso, rosato e bianco tra i comuni di Aprigliano, Cellara, Dipignano, Mangone, Pedace, Piane Crati e Pietrafitta, ricadenti nella provincia di Cosenza. L'area di produzione dunque è localizzata nell'alta valle del fiume Crati stretta tra le pendici occidentali della Sila ed il versante orientale della Catena Costiera, ad altezze comprese tra i 400 e gli 800 metri sul livello del mare. 

Butirro del Pollino

  • Categoria: Typical

Butirro del PollinoDetto anche burrino o butirrino, il Butirro del Pollino è un formaggio fresco a pasta filata dalla forma di un piccolo caciocavallo che nasconde al suo interno un morbido burro.

Normalmente lavorato a mano in acqua molto fredda, messo in frigo a solidificare e poi inserito nell'involucro di pasta filata che viene stretto al collo e sigillato immergendolo in acqua calda. Il butirro è un formaggio prodotto in varie zone della Calabria tra le province di Cosenza, Crotone e Catanzaro, ma la zona di produzione più famosa è certamente quella compresa tra i comuni di Frascineto, Morano Calabro, Civita, Castrovillari e Cassano allo Ionio, a ridosso delle pendici meridionali del gruppo montuoso del Pollino.

Vino Savuto

  • Categoria: Typical

Vino SavutoColtivato e prodotto nella bassa valle del fiume Savuto, sul versante tirrenico della Calabria, il vino Savuto ha ottenuto il riconoscimento Doc dall'Unione Europea nel 1995, come la maggior parte dei vini calabresi.

L'area di produzione, che interessa 13 comuni della provincia di Cosenza e altri 6 comuni della provincia di Catanzaro, si estende lungo la valle del fiume Savuto, vero confine naturale tra le pendici nord-occidentali del Massiccio del Reventino e la parte più meridionale della Catena Costiera, che si allunga in direzione nord-sud sul tirreno cosentino. 

Cedro

  • Categoria: Typical

CedroChiamato botanicamente Citrus Medica, il cedro è un agrume della famiglia delle Rutaceae, il cui nome derivato dal latino citrus, è fuorviante poichè coincide con la traduzione di cedrus, nome dato invece alla conifera del Libano, famosa per aver fornito il legname per tante navi antiche.

Il Cedro di Calabria è coltivato nel tratto di costa tirrenica cosentina, tra i comuni di Tortora e Diamante, chiamata Riviera dei Cedri. E' qui che trova il suo habitat naturale grazie ad un microclima caratterizzato da temperature miti tutto l'anno, senza particolari escursioni termiche. Infatti il cedro è una pianta mediterranea che mal sopporta i venti freddi provenienti da nord e temperature sotto i 5 gradi.

Bergamotto

  • Categoria: Typical

BergamottoIl Bergamotto calabrese è una particolare pianta di agrume prodotta sul versante ionico della provincia di Reggio Calabria. Questo agrume dal sapore forte cresce solo in alcune zone della Costa d'Avorio e del Brasile.

L'albero del bergamotto è una pianta sempreverde alta circa 3 metri dalle foglie lucide e carnose come quelle dell'arancio e che va in fioritura tra Marzo e Novembre. Il frutto è un agrume dal peso medio di 150 grammi, con la buccia liscia di colore giallo intenso, dalla quale si ricava l'essenza. Poco più grande di un arancio, il frutto si presenta schiacciato ai poli, con la polpa divisa mediamente in 12-15 spicchi che fornisce un succo molto acido e amarognolo.

Pancetta Dop

  • Categoria: Typical

Pancetta CalabreseAnche la Pancetta di Calabria ha ottenuto il riconoscimento Dop dalla Unione Europea nel 1998 insieme a salsiccia, capocollo e soppressata.

La Pancetta calabrese Dop si produce in tutta la regione utilizzando il sottocostato inferiore e la cotenna dei suini nati ed allevati nella regione. E' una pancetta tesa, nel senso che si presenta nella tipica forma rettangolare perchè non viene arrotolata come quella piacentina. Nella zona di Reggio Calabria si produce un tipo di pancetta arrotolata diversa però dalle altre Dop.

CalabriaTours.Org | Casa Vacanze in Calabria.
Una guida turistica utile per organizzare vacanze, viaggi, escursioni, visite guidate e per trovare hotel, b&b, case e appartamenti in Calabria.

 

Questo sito non è un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 2001. Ogni riproduzione non autorizzata dei contenuti costituisce una violazione della legge sul Copyright. L'utente è tenuto a leggere il disclaimer sotto riportato.

Legal | Privacy | Copyright | Cookie | Sitemap