Calabriatours.org

CalabriaTours
case vacanze in calabria

Sito Archeologico di Monasterace Marina

  • Published in Heritage

Area archeologica di Monasterace MarinaL'identificazione dell'antica colonia di Kaulon con l'area compresa tra Punta Stilo e l'abitato di Monasterace Marina, si deve all' archeologo Paolo Orsi che nel 1890 rinvenne in prossimità della spiaggia, i resti di un monumentale tempio dorico, del quale purtroppo rimane solo il basamento in blocchi di arenaria.

Oggi l'area archeologica di Monasterace Marina, ruota attorno al grande tempio dorico. Il sito archeologico ingloba anche alcune zone immediatamente fuori il circuito murario dello stesso, situate in località sostanzialmente attigue.

Tra i siti archeologici più interessanti della Calabria, per le vicessitudini storiche e per la posizione di intermezzo tra le antiche e rivali colonie di Kroton e Lokroi, quello di Monasterace si estende oltre il tempio dorico.

Infatti a 200 metri a sud-ovest rispetto del circuito murario, sorgeva il santuario della Passoliera, di cui Paolo orsi rinvenne solo alcune terrecotte architettoniche pertinenti a diverse fasi comprese tra il VI ed il V secolo a.C. Da quest'area però provengono anche alcuni frammenti ceramici del VIII secolo a.C. che confermerebbero la cronologia della fondazione dell'antica Kaulon.

Molto più consistenti invece i resti del grande tempio dorico del V secolo a.C. il cui basamento in arenaria è ben conservato. L'edificio, lungo 41 metri per 18,20 di larghezza, con peroptero in antis (6 x 14 colonne), era provvisto di una cella con pronao, opistodomo e scale di accesso al tetto. La copertura era di tegole in marmo di Paros. Intorno si vedono i resti di una gradinata per gli altari e del muro del temenos.

Delle mura, provviste di torri a base rettangolare e porte, sono visibili ampi settori relativi a quattro distinte fasi evolutive che coprono un arco cronologico che va dal VII al III a.C. Nell'area archeoogica di Monasterace Marina, sono evidenti resti dell'abitato di Kaulon, che aveva impianto ortogonale con le plateie disposte parallelamente alla linea di costa.

Tra le abitazioni dell'area archeologica si segnala cosiddetta Casa del drago, scoperta nel 1960 e munita di uno splendido mosaico policromo figurato con mostro marino che ne decorava un ambiente. Il mosaico è ora esposto presso il Museo Archeologico di Reggio Calabria. Nei dintorni dell'area archeologica, in contrada Fontanelle di Monasterace Marina, sono visibili gli avanzi di una villa romana del I secolo a.C.

CalabriaTours.Org | Casa Vacanze in Calabria.
Una guida turistica utile per organizzare vacanze, viaggi, escursioni, visite guidate e per trovare hotel, b&b, case e appartamenti in Calabria.

 

Questo sito non è un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 2001. Ogni riproduzione non autorizzata dei contenuti costituisce una violazione della legge sul Copyright. L'utente è tenuto a leggere il disclaimer sotto riportato.

Legal | Privacy | Copyright | Cookie | Sitemap